PICO CELLA GSM "DEDALO"

La MPM ha progettato e realizzato un sistema innovativo per la telefonia mobile “open-source” basato su software radio che può garantire il servizio di telefonia mobile con  copertura GSM in aree confinate o di particolare interesse strategico, mantenendo tutti i servizi telefonici derivati, escludendo l’utilizzo dei provider convenzionali. In particolare è stato utilizzato dal CNVVF, come sperimentazione, per la ricerca disperso, utilizzando la modalità di affiliazione che permette di individuarne la posizione dei nuovi telefoni registrati per raggi settoriali anche con una sola cella GSM.

Il sistema inoltre opportunamente dotato di amplificatori e filtri RF può rispondere alle esigenze di copertura più estesa come quelle di un campo base . 

 

 

A COSA SERVE?

Ricerca dispersi grazie al rilevamento dell’IMSI del telefono cercato;

Permette di comunicare con i propri dispositivi mobili in aree non coperte da gestori commerciali;

Rilevare le emissioni RF nella banda GSM. 

 

Il sistema BTS/VVF  MPM S0206.0000 proposto scaturisce dal progetto OpenBTS, il quale consente di eseguire delle telefonate con un normale telefono cellulare GSM senza utilizzare le reti dei fornitori di telefonia mobile. Il modulo software del protocol stack GSM è stato personalizzato dai tecnici MPM per essere integrato alle nuove tecnologie Asterisk e GNU:

  • Asterisk è un'applicazione open-source in grado di trasformare un normale computer in un PBX con elevate prestazioni ad un costo ridottissimo.
  • GNU Radio, invece, è un progetto di tipo SDR (radio definita dal software) che permette attraverso delle schede radio di realizzare “trunk”  con PC.
Cella Dedalo

Il progetto MPM utilizza a livello hardware l'USRP (Universal Software Radio Peripheral) ed un PC. L'USRP ha il compito di gestire la ricezione e trasmissione dei segnali GSM verso i dispositivi di telefonia mobile, ed è equipaggiato con il framework software GNURadio. GNURadio è un SDK (Software Development Toolkit) che fornisce i blocchi di elaborazione del segnale run-time necessari per implementare una radio definita dal software con costi accessibili. Il PC è invece equipaggiato con il software open-source Asterisk PBX, il cui compito è quello di interconnettere le chiamate GSM tra i cellulari della rete GSM, appoggiandosi ai protocolli SIP e alla tecnologia VoIP.

La GUI (Interfaccia Grafica Utente) sviluppata da MPM consente un facile utilizzo della cella telefonica anche per il personale meno preparato tecnicamente. Data la complessità delle informazioni software è stata elaborata  una semplice procedura di avviamento/caricamento delle applicazioni software. Nella GUI sono riportate tutte le informazioni necessarie tra le quali:   

  • Registrazioni telefoni GSM (IMSI);
  • Stato telefoni collegati;
  • Impostazione SMS;
  • Invio SMS;
  • Gestione messaggi (benvenuto);
  • Parametri identificativi della cella;
  • Informazioni su chiamate in corso;
  • Informazione su canali impiegati o occupati;
  • Informazioni su rumore ingresso antenna;
  • Informazione e gestione potenza di trasmissione;
  • Informazione e impostazione sensibilità in ricezione;
  • Distanza di ogni terminale dalla cella (step di 500 mt);
  • Avviso registrazione nuovo utente;
  • Aggiunta o eliminazione utente;
  • Gestione numerazione interna;
  • Messaggi di errore della cella.

 

Il software installato nella cella permette l’utilizzo contemporaneo di n. 7 canali VoIP e la registrazione di un numero di oltre 20 utenti GSM.

Le frequenze di trasmissione e ricezione (ARFCN) possono essere preimpostate o modificate  dall’operatore scegliendo tra quelle utilizzabili dal CNVVF. 

 


"Dedalo": soccorso hotel Rigopiano